Le nuove banche dati per l'e-commerce

Ovvero i contenuti necessari perché il vostro sito produca i risultati attesi

Il panorama e-commerce italiano vede la presenta di diverse decine disiti Internet farmacia, tuttavia è molto limitato il numero di attività on line che riescono realmente a produrre un fatturato significativo e soprattutto utili interessanti. Ciò è generalmente dovuto a bassi investimenti, alla mancanza dispecializzazione che richiede approfondite conoscenze di marketing Internet, una struttura del sito di ottima qualità, una grafica professionale estremamente accattivante e, soprattutto, contenuti di qualità comprensibili dagli utenti. Sebbene su Internetcisia solo un clicktra noi e ilcliente, non basta solo raggiungerlo. I potenziali clienti sono bombardati da migliaia di messaggi pubblicitari ogni giorno.La concorrenza per attirare la loro attenzione è spietata ed essi sono più smaliziati di un tempo. Se volete aumentare le vendite o avviare una nuova attività dicommercio elettronico dovrete accoglierlicon nuove modalità,catturare il loro interesse e guidarli dolcemente verso la conversione da visitatore ad acquirente. In questa serie di articoli affronteremo i passi necessari per raggiungere il successo, i potenziali punti di debolezza di un sito ecommerce e le tecniche necessarie per superarli. Partiamo daicontenutiriferendoci alla banca dati prodotti e agli articoli divulgativi che consentono di offrire le informazioni fondamentali per la vendita, di avvicinare nuoviclienti e di offrire al pubblico l'immagine di alta professionalità che distingue da sempre la figura del farmacista.

LA BANCA DATI PRODOTTI
Quando parliamo di prodotti vendibili su Internet ad oggi ci riferiamo esclusivamente al parafarmaco, anche se nel 2013 si prevede un adeguamento dell'Italia alla normativa europea con la conseguente possibilità di vendere anche farmaci SOP e OTC. Nel momento della creazione di un sito Internet, la prima tentazione dichi lo crea, e dello stesso farmacista, è quella di utilizzare la banca dati presente nel gestionale Farmacia. E' facile,si esportano i dati e il gioco è fatto: minimo investimento e tempo di realizzazione trascurabile.
Occorre però chiedersi se una banca dati creata per il professionista sia ciò che il cliente si aspetta, se le informazioni in esso contenute possano essere considerate sufficienti per sciogliere tutti i dubbi dell'acquirente. I risultati divendita delle farmacie che hanno adottato questa soluzione ci portano a dare una risposta negativa a questo quesito. E' necessario, almeno per il parafarmaco, utilizzare una banca dati creata sulla base delle specifiche esigenze di Internet. Sfera Design, azienda leader del settore e-commerce farmacia, dispone dell'unica banca dati italiana appositamente realizzata per la propria soluzione e-commerce Migliorshop, curata dalla dottoressa Renata Ventrella, farmacista esperta in Internet marketing per la farmacia. Ventrella coordina un piccolo team di farmacisti che operano regolarmente in farmacia: “I contenuti della banca dati Migliorshop offrono circa 7.000 referenze. Ognischeda prodotto include fino a 6 foto di grande qualità con informazioni molto dettagliate, il 50% delle quali è già tradotto in lingua inglese per la vendita nel mercato internazionale”.

Analizziamo le linee guida di una moderna banca dati per il commercio elettronico:
• Priorità di inserimento prodotti in base alle statistiche divendita. Meglio non procedere per linee complete e ottimizzare il tempo inserendo prima i prodotti più venduti o che siano necessari per un assortimento completo.
• Utilizzo di parole chiave fornite da esperti di indicizzazione per ottenere il miglior posizionamento nei motori di ricerca. • Immagini di alta qualità e foto aggiuntive che presentino linee e prodotti collegati.
• Specifiche del prodotto fortemente “consumer marketing oriented” di facile comprensione per l'utente medio, frutto dell'esperienza diretta acquisita in farmacia.
• Sezioni omogenee per prodotti della stessa tipologia, in modo da consentire un facile confronto tra prodotti. Ad es.: indicazioni generali, filosofia dell'azienda, specifiche prodotto, modalità d'uso, ecc.
L'AMPIEZZA DEL CATALOGO E LA GESTIONE DEL MAGAZZINO
Oltre a tutto ciò è necessario disporre di un numero adeguato di referenze perché le vendite sono direttamente proporzionali all'ampiezza dell'assortimento. 4.000 prodottisono un ottimo punto di partenza per raggiungere il miglior rapporto tra referenze e risultati divendita, tuttavia non sarà necessario aumentare le proprie scorte di magazzino, nella fase iniziale sarà sufficiente l'approvvigionamento da distributore. Quando le vendite aumenteranno in modo del tutto fisiologico la rotazione dei prodotti si potrà passare all'acquisto diretto dalla casa produttrice. Ciò farà aumentare gli utilisulle vendite già consolidate in farmacia,vendite che aumenteranno grazie al maggior numero di linee sempre disponibili in farmacia.
LA BANCA DATI DEGLI ARTICOLI DIVULGATIVI
Non c'è farmacista senza consiglio, non c'è cliente senza domande. Per non perdere l'immagine di alta professionalità acquisita in così tanto tempo, il sito e-commerce dovrebbe sempre includere contenuti di alto livello divulgativo che affronti tutti i temi intorno ai quali ruota il mondo della farmacia. Vi è anche un motivo direttamente legato all’indicizzazione e quindi alle vendite per offrire molti contenuti di questo tipo. La dottoressa Ventrella che cura per Sfera Design anche la banca dati che comprende centinaia di articoli divulgativi ci spiega: “La banca dati include articoli redazionalicreati per farsi realmente capire dagli utenti. Si parla disalute,cosmetica, alimentazione,stili divita, problematiche del corpo umano, guide pratiche all’utilizzo e applicazione dei prodotti. Ad esempio vi sono guide illustrate al trucco e all'esposizione solare,ma anche schede informative sui difetti della vista,cellulite,smagliature. Anche in questo caso icontenuti non sono casuali ma, per ogni parola chiave importante per l'indicizzazione, Sfera Design fornisce una serie disinonimi da utilizzare nella stesura del testo che hanno lo scopo di migliorare drasticamente il posizionamento nei motori di ricerca, ad esempio Google. Il segreto per creare contenuti di qualità sichiama ottimizzazione e consiste nell'arricchire e completare un testo con una serie di elementi (primi fra tutti le parole chiave) in grado di aumentare la qualità della pagina web e del sito in generale. Grazie alla nostra banca dati di articoli divulgativi ogni nuovo sito e-commerce farmacia potrà migliorare il posizionamento e aumentare le possibilità di essere trovato”.

Ecco i vantaggi ottenuti dalla stesura di articoli efficaci in ambito e-commerce:
• Disporre dicontenuti divalore in tema con gli argomenti inerenti alla farmacia.
• Aumentare le parole chiave con cui Google ed altri motori potranno indicizzare il sito.
• Dare agli utenti della rete informazioni preziose e ricercate.
• Fornire spunti per stimolare commenti e interazione sociale.
• Migliorare la comunicazione di un'attività on line in modo facile e veloce.
ARTICOLI DIVULGATIVI NELLE NEWSLETTER
La newsletter è lo strumento principe della comunicazione delsito e-commerce con i propri clienti. Quando un utente si registra può scegliere di ricevere via email informazioni e promozioni, le newsletter appunto. L'integrazione di articoli divulgativi in questa email periodica - di solito quindicinale - consente di offrire al cliente preziose informazioni di sicuro interesse mescolate ad offerte commerciali e promozionicon la certezza che l'email non sarà eliminata: un'utile guida non si cestina mai, può sempre servire in futuro. Secondo la nostra esperienza, una newslettercon contenuti redazionali genera vendite del 26% superiori ad un’email promozionale standard.
LA CONSULENZA
Altra forma di contenuto, diciamo su misura, è la possibilità per l'utente di chiedere ed ottenere un consiglio, proprio come in farmacia. Farmatime.it, farmacia e-commerce gestita dalla Dott.ssa Valeria Costantino, docente di Sostanze Naturali utilizzate in cosmetologia presso la facoltà di Farmacia all'Università Federico II di Napoli, offre un servizio diconsulenza cosmetica personalizzato molto apprezzato dai clienti che riesce ad ottenere una quantità di conversioni molto elevata. L'utente deve compilare una completa scheda cosmetica che consente alla farmacista di offrire una serie di trattamenti personalizzati per il viso, il corpo, i capelli, l'abbronzatura e il trucco. Ogni trattamento è corredato da modalità d'uso e consigli per il caso specifico. Successivamente la cliente potrà chiedere consigli personali in ogni momento utilizzando l'apposita area messaggi personali. La consulenza è gratuita e l'utente non è obbligato ad acquistare ma, di fatto, ad ogni consulenza segue un acquisto nel 68% dei casi. L'importo dell'ordine è inoltre di valore molto superiore a un possibile acquisto self service, anche grazie all'immagine di professionalità e alla fiducia che si crea in seguito ad un rapporto personale. Per non parlare deglistraordinari risultati del "passaparola", specie nel mondo femminile.