Come vendere farmaci online: la guida definitiva

Come ogni attività sul web anche il mondo della farmacia online ha dei paletti ben precisi. Ancor di più se si tratta di un settore delicato come il nostro, dove è importante muoversi sempre con attenzione e trasparenza. Ecco pertanto la guida definitiva su come vendere farmaci online.

Come-vendere-farmaci-online-la-guida-definitiva

L’eCommerce sta radicalmente cambiando le abitudini degli italiani. Dopo l’esplosione della vendita online come sistema d’acquisto, stiamo assistendo alla crescita esponenziale di un nuovo settore: la vendita di farmaci online. Nel 2018, secondo i dati ufficiali, 612 enti accreditati dal Ministero della Salute hanno generato un fatturato di circa 150 milioni di euro. Davanti a questi dati è ormai opportuno affermare come l’eCommerce farmacia sia uno dei settori in assoluta espansione. I motivi? Principalmente due. Da una parte la maggiore dimestichezza delle persone nell’effettuare acquisti online, dall’altra il costante aumento dell’aspettativa di vita, strettamente correlato a una crescente attenzione verso la propria salute. Come vendere farmaci online: ecco la guida definitiva.

 

Come vendere farmaci online: la guida definitiva

Ogni imprenditore del mondo farmaceutico conosce benissimo le regole ferree che bisogna rispettare per vendere farmaci online. Le norme riguardano vari ambiti: dalla struttura del sito fino ai metodi di trasporto dei prodotti, passando per la politica dei prezzi e gli intermediari di vendita.

Insomma, un elevato numero di regole da rispettare. Per questo motivo in questo articolo vogliamo rivolgerci a tutti coloro che sono in procinto di aprire un business dedicato alla vendita di farmaci online. Perché conoscere preventivamente le regole può aiutare a stilare un business plan più efficace!

 

Chi può vendere farmaci online? E quali prodotti?

Il Ministero della Salute ha regolato la vendita dei farmaci online con l’articolo 112-quater del DL n. 219 dell’aprile 2006 e con le successive circolari di gennaio e maggio 2016. Sostanzialmente sono abilitate ad effettuare attività di vendita di farmaci online tutte le farmacie e le parafarmacie che, previa verifica del Ministero, abbiano dimostrato di avere una presenza fisica sul territorio. Ovviamente il regolamento specifica anche quali tipologie di medicinali possono essere distribuiti online, ovvero i farmaci senza obbligo di prescrizione (Sop) e i farmaci da banco (Otc). Allo stesso tempo è vietata la vendita online di farmaci per cui è necessaria la ricetta. Sul sito dell’Aifa comunque è disponibile un elenco con tutti i prodotti farmaceutici per cui è abilitato l’eCommerce.

 

Come aprire un eCommerce per farmaci online

Per aprire un portale dedicato alla vendita online di farmaci è necessaria una richiesta all’autorità regionale competente. Successivamente, ottenuto il nulla osta, è obbligatorio richiedere al Ministero della Salute due concessioni: il logo identificativo nazionale (da esporre sul portale) e l’iscrizione del proprio sito nel portale del Ministero. Il logo è senz’altro un elemento decisivo per chi decide intraprendere la via dell’eCommerce di farmaci, in quanto assume l’onere di tranquillizzare l’acquirente sul fatto che si tratti di un portale autorizzato dal Ministero.

 

E-Commerce farmaceutico: la vetrina virtuale

Altra regola che un eCommerce farmacia deve rispettare per vendere farmaci online riguarda la creazione del sito. Ovviamente ogni portale può scegliere grafiche e layout preferiti, ma la struttura delle pagine deve prevedere una distinzione necessaria: la suddivisione tra pagine dedicate alla commercializzazione di farmaci SOP e OTC e le pagine invece dedicate alla vendita di altri prodotti, per i quali non è necessario il Logo di Sicurezza Nazionale (ad es. integratori, cosmetici, dispositivi medici, etc..).

 

Vendere farmaci online: la politica dei prezzi

Una successiva norma che deve essere assolutamente rispettata nella vendita online di farmaci riguarda la politica dei prezzi. All’interno di una farmacia online il prezzo di un farmaco senza ricetta deve corrispondere obbligatoriamente al prezzo che l’attività pratica all’interno della sua farmacia fisica. La stessa regola però non vale per tutti gli altri prodotti in vetrina.

Ciò vuol dire che il prezzo di un farmaco senza ricetta rimane tale e quale a quello applicato in farmacia, mentre un cosmetico o un integratore può variare il suo costo liberamente nell’e-commerce farmacia.

 

Vendita farmaci online: è possibile vendere solo i farmaci acquistati dalla farmacia stessa.

Questo significa che il farmacista titolare di una farmacia online ha l’obbligo di vendere solamente i medicinali e i farmaci già acquistati e già in proprio possesso. Se un cliente richiede un farmaco non in possesso della farmacia non è possibile attivare un filo diretto tra grossista e cliente, ma il farmacista deve prima obbligatoriamente acquistare il prodotto dal grossista e poi rivenderlo al cliente.

 

E-Commerce farmacia: vietati App e Marketplace

Mantenendo fede alla logica che vuole che i prodotti farmaceutici venduti solamente dai soggetti autorizzati non è quindi possibile vendere farmaci online tramite App dedicate o marketplace e siti intermediari.

 

Vendita farmaci online: necessario un trasporto sicuro

Un’ultima regola fondamentale riguarda il trasporto dei prodotti venduti con l’eCommerce. Secondo le linee guida del Ministero della Salute i farmaci venduti online devono essere trasportati in modo tale da non contaminare e non essere contaminati da altri prodotti. Inoltre devono viaggiare in condizioni che non contemplino: freddo, umidità, calore, luce e altre condizioni non favorevoli. Per far si che questo accada devono essere utilizzati mezzi dotati di impianti adatti a mantenere determinate temperature, seguendo le linee guida del Ministero sulla regolamentazione dell’e-commerce farmacia.

 

Vendere farmaci online: come creare un eCommerce farmacia sicuro

Un ultimo appunto: quando un utente acquista online si pone sempre il dubbio riguardo all’affidabilità dell’intermediario a cui ci si rivolge. Per facilitare il compito dell’acquirente che opta per l’acquisto di farmaci online elenchiamo quindi una serie di accorgimenti utili, in modo da non incappare nella creazione di farmacie online non idonee:

-       Contatti: prima di attivare un’attività di vendita di farmaci online è opportuno inserire sul sito una pagina “Contatti”, in cui si possono trovare l’indirizzo fisico della farmacia o parafarmacia in questione, la ragione sociale, la P.Iva e il numero di telefono.

-       Logo europeo di sicurezza: è un logo imposto dal Ministero della Salute a tutte le farmacie o parafarmacie online. Se l’attività è regolare cliccando su questo logo si viene reindirizzati al sito del Ministero, specificatamente nella sezione con tutti i dati della farmacia in questione.

-       Servizio clienti: il sito dedicato all’e-Commerce di farmaci, per essere sicuro, deve avere anche un servizio clienti interamente dedicato al customer care, ossia la cura dell’acquirente in tutte le fasi di acquisto. Ciò si traduce in assistenza pre-vendita e assistenza post-vendita.




Queste è la guida definitiva per vendere farmaci online. Si tratta di norme molto precise che toccano diversi ambiti del commercio. Ma tutto questo non deve essere un deterrente per dare vita al tuo eCommerce farmacia.

MigliorShop infatti è a tua disposizione per offrirti un servizio di assistenza e di consulenza di primo livello ed è in grado di aiutarti lungo tutto il processo di creazione e manutenzione di un portale di farmacia online! Contattaci, le regole del gioco le conosciamo a memoria!